domenica 19 giugno 2011

E' UN PONTE VECCHIO, E QUINDI?

Allora..non si comincia un discorso con Allora.
C'era una volta..no, non è il caso.
Insomma..no, non è bello.
...è che quello che stò per raccontare sembra una barzelletta ma purtroppo non lo è:

Qualche giorno fa abbiamo conosciuto un tipo, un ragazzo australiano, amico di amici.
Il suo nome lo ignoro.
Soliti convenevoli: da dove vieni? da quanto tempo sei qui? che lavoro fai?
Solita robetta.
Poi ci racconta che è venuto in Italia 4 volte, ben 4!
-Bene! allora ti piace proprio?!-
-sorride-
-Che città hai visitato?-
-Roma, Firenze, Milano e non mi ricordo quale altra città...-
-Meraviglia! sei appassionato di arte?-
-..mmh, così così- dice.
ah.
-E Firenze? Firenze, com'è? èèh?? stupenda?-
-mmh, no, per niente.-
-Acc! come??-
-Voi avete tanta di quella roba vecchia, che senso ha?-
O__°
-co-co-cosa dici?-
-sìì, la guida ci ha fatto vedere anche un ponte, ma va beh, è un ponte vecchio..e quindi?-
-Ma fai sul serio?-
...tu- tu- tu- tu ...fine delle trasmissioni.
Non ci potevo credere.

Qui, come dice la mia amica Chiara, non sanno proprio che cosa guardare, non sanno vedere.
Non hanno assolutamente la concezione di storia e arte che da noi, ogni 10 metri ti salta in faccia.
Un altro mondo.
Non puoi andare in un altro paese e cercare casa tua, le tue abitudini, i tuoi luoghi,
però fa un certo effetto sentirsi dire che Firenze è brutta, c'è solo roba vecchia.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Quello che mi racconti mi lascia molto divisa. Divisa tra - da una parte - la voglia di chiederti "Come si fa a crescere e vivere in un posto privo del senso della storia e del senso dell'arte?", e - dall'altra - la voglia di dirti "Portate ciò che fa grande l'Italia e gli Italiani a quella gente che non sa cosa vuol dire!!!" NICK

phOtOalicE ha detto...

...per ora mi viene da pensare: ma proprio come si fa a crescere e vivere in un posto senza storia e arte....?????? visto che non sono così indifferente all' arte, ce soffro pure :)))

F ha detto...

Questo e' proprio l'aspetto che rende l'Australia poco appetibile a molte persone. E' un Paese molto giovane molto lontano da tutto!

Ma per quanto riguarda le singole persone, bisogna dire che quello che impariamo noi a scuola, per quanto sballata ed arretrata sia la nostra, e' molto piu' ampio e degno di tanti, ma tanti paesi occidentali. Non e' un problema degli australiani solo.
L'altro giorno cenavo con una dottoressa, di ospedale intendo, venuta da Londra che non sapeva che la Russia arrivasse al Pacifico o chi fosse Che Guevara. Sigh!

Ale ha detto...

Io ho vissuto per un anno con un australiano e quando raccontava i suoi viaggi, le memorie impresse erano le notti in ostello, le birre con le nuove persone incontrate, etc.. un volta mi disse: 'io viaggio per conoscere nuova gente, non per vedere roba'. Peccato che il 90% delle persone conosciute erano altri australiani in viaggio. Che, se rimani in Australia, risulta anche più semplice.

Posta un commento